DI GIROLAMO, MINACCE E INTIMIDAZIONI VERGOGNOSE VERSO LE TESTATE DEL SERVIZIO PUBBLICO M5S CHIEDERA' UNA COMMISSIONE D'INDAGINE

restate scomodi radio unoDi Girolamo ha perso le staffe superando ogni limite consentito.
Con un comunicato firmato "Comune di Terni", senza nemmeno metterci la faccia, mette in ridicolo la città di fronte al paese teorizzando un complotto delle testate di informazione nazionale del Servizio Pubblico.
In un goffo tentativo la giunta si cimenta in minacce di querela con il fine di intimorire i medici intervenuti all'interno della trasmissione di Radio Uno. L'obiettivo è chiaro: intimidirli e farli ritrattare, così come successo in diverse se pur simili recenti occasioni.
Invece di fare la voce grossa con chi inquina e reca danni alla salute dei cittadini, il Sindaco va contro ogni principio costituzionale, la libertà di informazione e il diritto dei cittadini ad essere informati. Noi chiediamo a tutte le forze politiche, soprattutto a quelle della maggioranza, di prendere le distanze da queste affermazioni e di esprimere la totale contrarietà verso simili comportamenti.
I cittadini ternani non possono continuare ad ammalarsi di fronte alla totale disattesa degli impegni presi dalla maggioranza il 21 gennaio, nel consiglio straordinario sull'ambiente. Il M5S depositerà nelle prossime ore, chiedendo l'inserimento come primo punto all'ordine del giorno del prossimo Consiglio, la richiesta d'istituire una commissione d'indagine con decorrenza immediata che metta un punto definitivo sull'emergenza sanitaria a Terni.
Il movimento di coscienza cittadino è ormai inarrestabile. I cittadini non sono più soli. Noi siamo pronti a fare un salto di qualità e ad affrontare con ogni strumento democratico di disobbedienza civile questa lotta. Si apre oggi una nuova stagione di battaglie per il diritto alla vita e alla salute che non potrà che concludersi con un cambiamento epocale per questa città.

Ultime da Beppegrillo.it

Ultime da Beppegrillo.it

Comunicati Comune di Terni

Comune di Terni

Ultime dal Parlamento

Ultime dal Parlamento

Menu Principale