CONSEGNATE A TUTTI I CONSIGLIERI MAPPA E ANALISI SU PCB E DIOSSINE, ORA NON POTETE “NON SAPERE”

foto dossier consiglio comunale

Nella seduta di consiglio di ieri pomeriggio (17 Dicembre 2014) sono state consegnate a tutti i consiglieri e al Sindaco, una copia della mappa della contaminazione da PCB e Diossine e un link allegato da cui poter scaricare le analisi svolte dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Umbria e delle Marche.

Ora anche i consiglieri non potranno “non sapere” e sono stati inequivocabilmente messi a conoscenza della diffusa contaminazione riscontrata negli alimenti.

Nella mappa, realizzazione grafica del gruppo ambiente del Meetup Grilli Ternani, sono riportate tutte le percentuali di superamento dei limiti d’azione e dei limiti d’allarme nelle uova e nel latte ovi-caprino. 

Per quanto riguarda le uova, le analisi svolte nel 2013 hanno riscontrato superamenti del limite di azione per il 43% degli allevamenti, e nel 24% superamenti del limite di allarme. 

Sommando a questi anche gli allevamenti immediatamente sotto la soglia (19%), è possibile affermare che si riscontra una contaminazione per il 62% degli allevamenti.

Per quanto riguarda invece il latte, analisi svolte dal 2012 al 2014, su 21 ben 11 (52% del totale) hanno riscontrato contaminazione superando o raggiungendo la soglia di ATTENZIONE per PCB diossina e simili più diossina.

La notizia della decisione da parte del GIP di respingere la richiesta di archiviazione per il caso di Prisciano e di impegnare la procura ad ampliare le indagini verso il disastro ambientale è stato un fatto ormai inevitabile. 

Una catastrofe annunciata figlia di decenni di negazionismo e occultamento della realtà da parte della politica locale e di alcuni sindacati.

Una rottura all’interno dell’arrendevolezza dimostrata dalla procura finora che è figlia di un epoca nuova, un'epoca in cui gli stessi lavoratori AST sono i primi a mettere al centro della discussione la loro salute, e quella dei loro figli che crescono e vivono nella città.

L’irresponsabilità della politica si palesa nella separazione fra la vertenza ambientale e quella occupazionale all’interno dell’ultimo accordo. 

Il destino di Ast è legato a doppio filo alla sua sostenibilità ambientale, questo ormai è un dato di fatto. Ecco perché sin dal consiglio del 22 dicembre attraverso emendamenti mirati faremo quanto in nostro potere perché la discussione sull’area di crisi complessa verta fortemente sulle tematiche ambientali. 

Negare la realtà non espone solo a inutili fattori di rischio la salute dei cittadini e dei lavoratori, non pone solo a rischio la sopravvivenza del polo siderurgico, ma costituisce un ostacolo insormontabile all’arrivo di risorse economiche vitali per la nostra città in grado di poter sviluppare nuove filiere industriali e centinaia di posti di lavoro. 

 

LE ANALISI SU UOVA E LATTE IN FILE PDF Clicca qui

SCARICA LA MAPPA IN FILE PDF Clicca qui

 

10628889 1574000302831617 7836017768647283568 o

Ultime da Beppegrillo.it

Ultime da Beppegrillo.it

Comunicati Comune di Terni

Comune di Terni

Ultime dal Parlamento

Ultime dal Parlamento

Menu Principale