TK-AST. SEI MESI DI CHIACCHIERE IN ATTESA CHE SI ARRIVI ALLE ELEZIONI REGIONALI.

Ast terni lucididi Stefano Lucidi - Portavoce M5S al Senato. 

Le immagini dei "decisori" delle sorti della nostra città che, ancora nel buio, escono sfiniti dal palazzo del MISE hanno colpito molto l'opinione pubblica, restituendoci un immagine della classe politica ternana, umbra e nazionale d'altri tempi - volti stanchi e tanta voglia di trovare un accordo.

Ma è davvero così?

Al contrario. Ci stanno prendendo in giro. Vediamo perché.

Orte-Civitavecchia. Dopo che M5S ha inserito nello sblocca Italia un emendamento a favore del completamento della infrastruttura, la questione è tornata sulla scena risolutiva della vertenza AST. Bene? Insomma!

Mancano circa 20 km al completamento, ma la TK-AST e l'umbria attendono questi lavori dal 2005. e saranno completati almeno tra 5 anni, cioè con i tedeschi probabilmente fuori da Terni e con il secondo forno già chiuso! un po tardi cara Marini! invece questa strada va inserita in un programma e in un piano industriale di più lungo respiro.

Dalle notizie che trapelano dal tavolo non vi sono accenni alla questione centrali del nucleo idroelettrico di Terni, aspetto fondamentale per la crisi AST, e sulla quale anche la Regione gioca un ruolo importante. Ma ovviamente anche questo aspetto è dimenticato. Eppure il Governo ha accettato l'impegno della nostra mozione a rivalutare la cosa.

Poi c'è la questione sindacale. Un mese e oltre fa, i sindacati hanno gridato allo scandalo all'annuncio della proposta della Morselli riguardo la mobilità agevolata - manco i giornali leggono - cioè la stessa cosa che chiese alla Berco, ma lì si grido vittoria!
Oggi invece gli stessi sindacati accettano la mobilità! perché oramai è un fatto passato già discusso, come il magnetico e tante altre battaglie.

L'integrativo invece, spiccioli per l'azienda, su cui si basa una grossa fetta dello stipendio di ogni lavoratore AST? basterebbe alla Morselli mandare a casa un po' di dirigenti strapagati e di fannulloni protetti dai politici, senza tagliare gli stipendi a chi lavora davvero e fatica ad andare avanti.

Ultima questione. i grandi assenti dal tavolo. Cittadini e ambiente. E' impensabile che, anche alla luce dei recenti articoli - da ultimo quello di ieri su Espresso - la questione ambientale relativa a Terni venga negata.

Detto ciò, appare evidente che dopo 6 mesi di trattative non ci sia neanche un parola scritta nero su bianco. In sei mesi non sono riusciti a trovare un accordo e scriverlo e firmarlo in modo definitivo. Niente. Mezza paginetta? no!

Quello che chiediamo è che al tavolo vengano ammessi anche i due grandi assenti, cittadini e ambiente, e che si proceda per passi successivi, approvando punti in ordine del giorno e che tali punti non vengano più messi in discussione.

La città non può più aspettare. E la questione acciaierie di Terni deve essere risolta PRIMA delle elezioni regionali e non DOPO, cari signori!

Ultime da Beppegrillo.it

Ultime da Beppegrillo.it

Comunicati Comune di Terni

Comune di Terni

Ultime dal Parlamento

Ultime dal Parlamento

Menu Principale