Festa PD: M5S chiede controlli sul mancato rispetto di alcune prescrizioni.

gazebo passeggiataVisto il vincolo monumentale e la pressione antropica a cui in questi giorni sarà sottoposto il parco della Passeggiata il portavoce al Senato Stefano Lucidi per il M5S ha chiesto chiarimenti sulla modalità per cui è stata rilasciata l'autorizzazione della soprintendenza, che è attualmente pervenuta nelle nostre mani.

Segnaliamo che secondo quanto è riportato nell’autorizzazione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo di cui sopra a firma del Soprintendente arch. Anna Di Bene, riprodotta in data 27 agosto 2013, è stato prescritto il divieto di non occupare le aree verdi, bensì solamente aree asfaltate o su ghiaia o comunque pavimentate. Prescrizioni che sembrerebbe non siano state rispettate come documentato da varie fotografie allegate nelle quali si evince come le strutture siano chiaramente installate su aree non in linea rispetto ai requisiti descritti dalla soprintendenza. Per questo abbiamo inviato immediata segnalazione alla Direzione Regionale per i Beni Culturali arch. Francesco Scoppola e alla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici dell’Umbria arch. Anna Di Bene.

 

Testo della lettera:

 

Oggetto:verifica rispetto prescrizioni autorizzazione MBAC- SBAP-UMB AOT- D01707707/08/2013 ci 34.19.04./15.19.

 

Verifica danni e immediata rimozione strutture posizionate su aree a verde.

 

Con riferimento all’allegata autorizzazione del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, a firma del Soprintendente ai Beni Architettonici e Paesaggistici dell’Umbria, arch. Anna Di Bene, si chiede di verificare se, alla luce dell’acclusa documentazione fotografica, riprodotta in data 27 agosto 2013, siano state rispettate le prescrizioni richiamate nell'autorizzazione citata.

 

Dalla documentazione fotografica sembrerebbe che le ritratte strutture temporanee NON SIANO STATE POSIZIONATE su aree asfaltate o su ghiaia o comunque pavimentate, così come espressamente richiesto nell’autorizzazione, in difformità rispetto a quanto indicato nella prima prescrizione ivi contenuta.

 

Si chiede pertanto un immediato intervento del direttore per i Beni Culturali e Paesaggistici dell’Umbria, volto ad attivare la rimozione d’autorità delle suddette strutture, verificando inoltre i danni eventualmente arrecati alle aree a verde utilizzate quali superfici di appoggio di stand, sostegni verticali, pali ed elementi vari 

 

 

Ultime da Beppegrillo.it

Ultime da Beppegrillo.it

Comunicati Comune di Terni

Comune di Terni

Ultime dal Parlamento

Ultime dal Parlamento

Menu Principale