Terni, respinto " senza discussione " l'atto congiunto delle opposizioni per la revisione dei bandi sui centri giovanili

TERNI, RESPINTO 'SENZA DISCUSSIONE' L'ATTO CONGIUNTO DELLE OPPOSIZIONI PER LA REVISIONE DEI BANDI SUI CENTRI GIOVANILI.

TERNI, RESPINTO 'SENZA DISCUSSIONE' L'ATTO CONGIUNTO DELLE OPPOSIZIONI PER LA REVISIONE DEI BANDI SUI CENTRI GIOVANILI.
DOPO SALTAMARINI ANCHE FRATELLI D'ITALIA COMMISSARIA LA LEGA.

«Se volete bandi trasparenti, meritocratici e legati a parametri oggettivi di valutazione non fate vincere le elezioni al centrodestra»
Questo, secondo i consiglieri comunali del M5s, è in sintesi il messaggio che le forze di maggioranza hanno lanciato alla città a seguito del mancato confronto riferito all’atto presentato unitariamente dalle opposizioni durante la seduta del consiglio comunale del 24 gennaio e inerente le questioni che ruotano intorno alla delibera di giunta 218 ed il tema dei bandi legati ai centri giovanili.
«Impossibilitati a rispondere nel merito delle osservazioni fatte dalle opposizioni», continuano i pentastellati, «la maggioranza imbarazzata ha preferito tacere, lasciare la palla al partito di riferimento dell’assessore Proietti. Nessuno ha saputo argomentare e spiegarci come mai 54 punti su 100 previsti nel bando verranno assegnati non si sa grazie a quali valutazioni, semplicemente perché è una cosa che non si può spiegare. Nessuno ha saputo darci le perizie grazie alle quali alcune strutture che ospitano attività di valenza sociale vengono considerate inagibili».
L’atto in questione è stato respinto con appena 15 voti rispetto ai 21 di cui dispone la maggioranza. «Segno che forse qualcuno inizia a farsi qualche domanda, soprattutto tra i consiglieri della Lega relegati al ruolo di ratificatori di decisioni prese dai partiti minoritari in seno alla maggioranza», è stato il commento degli esponenti 5 stelle che aggiungono «di fatto con il 30% dei consensi ottenuti i consiglieri leghisti si vedono costretti ad avallare con pochissime possibilità di controllo le scelte di assessori di forze politiche che hanno più incarichi che consiglieri comunali, nonostante le dichiarazioni di facciata passate e future il malumore è tangibile, intanto è sempre più evidente che nella maggioranza c’è chi sa benissimo come coltivare i suoi orticelli, mentre ci sono altri che zappano la terra portando acqua a mulini altrui».

Per approfondimenti => Link al video dell'intervento del capogruppo M5s Luca Simonetti durante la discussione in Consiglio comunale

Luca Simonetti, Thomas De Luca, Valentina Pococacio, Marco Cozza, Claudio Fiorelli, Patrizia Braghiroli, Federico Pasculli
Consiglieri Comunali - Gruppo Movimento 5 Stelle Terni

Seguici sui Social Network

Notizie dal M5S Umbria

15 Novembre 2019

informazioni

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi gli aggiornamenti direttamente nella tua casella email
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo

Popular

Menu Principale

Utilizziamo i cookie per fornire statistiche che ci aiutino a offrirti una migliore esperienza del nostro sito. Puoi scoprire di più o spegnerli se preferisci. Tuttavia, continuando a utilizzare il sito senza modificare le impostazioni, accetti il nostro utilizzo dei cookie.