COMUNE PARTE CIVILE NEL PROCESSO INCENERITORE ASM. PRESENTATO ATTO

Il M5S ha depositato l'atto che impegna il Sindaco a costituirsi parte civile nel processo relativo all'inceneritore Asm di Maratta che vede coinvolte dieci persone accusate di omicidio colposo per la morte di due operai, colpiti da gravi patologie tumorali. La quarta sezione della Corte di cassazione aveva infatti nello scorso aprile accolto il ricorso presentato dalla procura di Terni azzerando tutto il procedimento, facendolo ripartire dall'inizio. Nell'approssimarsi della scadenza utile per questo passo, abbiamo chiesto all'interno della Conferenza dei presidenti che venga discusso nel prossimo consiglio dell'11 gennaio.
Il capogruppo del Partito Democratico ha addotto motivazioni insostenibili al fine di rimandare la discussione, rinvio necessario a far scadere il tempo utile per questa decisione. Troviamo inaccettabile da parte del Partito Democratico un atteggiamento consociativo volto a tutelare gli interessi degli ex amministratori coinvolti piuttosto che quelli della città e dei ternani. Ci sono due atti del consigliere Melasecche fermi da un anno che aprono la discussione in termini generali sull'argomento. Il primo depositato il 17 dicembre 2014, più di un anno fa, è bloccato in commissione dal presidente Piermatti. Il secondo è il sesto punto all'ordine del giorno del prossimo consiglio, depositato il 30 luglio 2015. Noi abbiamo chiesto che venisse discusso congiuntamente proprio con quest'ultimo.
Il capogruppo Cavicchioli si è dichiarato contrario ad ogni stravolgimento dell'ordine del giorno precostituito dall'ordine di presentazione degli atti. Strano che questa indignazione non l'abbia dimostrata di fronte "all'attacco degli atti clone" depositati dal Consigliere De Santis, in occasione della discussione su vita indipendente e autodromo, calendarizzati invece in tempo record.
Un Partito che si dichiara "moderno" ed è incapace di esprimere una posizione politica a difesa dell'immagine della città e della credibilità istituzioni. L'unica reale attività del Partito Democratico in questa consiliatura è stata quella di evitare che venissero individuati i responsabili degli errori del passato, con una costante operazione di cover-up volta a blindare tutte le discussioni. Il M5S dice basta e chiede chiarezza.

Ultime da Beppegrillo.it

Ultime da Beppegrillo.it

Comunicati Comune di Terni

Comune di Terni

Ultime dal Parlamento

Ultime dal Parlamento

Menu Principale