Passione e competenza, un unico simbolo ed un unica lista

 

Oggi non è stata presentata solo una lista di cittadini candidati al consiglio comunale, ma abbiamo presentato un metodo
completamente nuovo di fare politica a Terni, un nuovo patto di territorio che bonificherà la classe dirigente ternana e restituirà onore
e rispetto alle nostre Istituzioni.

Vogliamo che Terni sia una città europea, una città pulita, una città in cui voler venire a vivere ed investire ma per fare questo è
necessario costruire un nuovo governo del territorio.
Il nostro modello di governance si svilupperà su tre livelli: politico, tecnico e di cittadinanza. Tre assi orizzontali che si incontreranno
con quelli verticali delle varie aree di intervento dell’amministrazione.
Noi vogliamo che i portatori di interesse siano direttamente coinvolti nelle scelte di competenza dell’amministrazione ed inseriremo nei
regolamenti e nello statuto dei vincoli di consultazione in particolar modo su due materie di stretta competenza del comune:
l’organizzazione dei servizi e l’urbanistica. Lo faremo non solo attraverso gli strumenti messi a disposizione dalle nuove tecnologie ma lo
faremo attraverso la sperimentazione di percorsi di audit civico.
Una governance politica certa. Una governance che avrà il dovere di prendere decisioni e di elaborare sintesi avvalendosi delle migliori
competenze tecniche all’interno e all’esterno dell’amministrazione ma soprattutto sviluppando la programmazione a lungo termine su dati
oggettivi e concreti. Ed è proprio su questo che ci sarà bisogno dello sforzo più importante nella gestione e nella raccolta dei dati e
nella digitalizzazione della macchina amministrativa. Il monitoraggio degli appalti per un miglioramento continuo della qualità dei servizi. I
cittadini dovranno poter vedere e controllare tutti gli iter dei processi amministrativi in tempo reale. Una rivoluzione nell’ambito della
trasparenza.
    Una lista di candidati selezionati attraverso due requisiti: la competenza e l’amore per la città, testa e cuore. Una squadra affiatata
e monolitica. Una sola lista ed un solo simbolo, perché per risolvere i problemi della città ci sarà bisogno di unità e compattezza.
L’ obiettivo è quello di trasformare il consiglio comunale da inutile parlatoio a centro deliberativo del Comune di Terni. Un piccolo
parlamento in grado di esplicare pienamente le competenze assegnate dal Tuel.
Le commissioni saranno il fulcro di congiunzione tra i cittadini e l’amministrazione ed avranno un ruolo centrale sia nell’ascolto che
nell’elaborazione delle delibere, dei regolamenti, dei documenti di programmazione e del bilancio comunale. Lo faremo rendendo le
commissioni più piccole nel numero dei componenti e più snelle nelle istruttorie.
È proprio su questa struttura che abbiamo costruito la nostra lista civica, eterogenea per competenze e valori dei singoli. Una struttura
costruita su sei pilastri: economia, ambiente e salute, comunità, infrastrutture e territorio, cultura e anticorruzione.
Il percorso di risanamento del bilancio comunale è una priorità imprescindibile per la realizzazione di ogni obiettivo. Per questo abbiamo
investito in competenze importanti, un tridente d’attacco costituito da Matteo Mercuri, Damiana Lucentini e Michele Palumbo. Tre
eccellenze che durante questi anni hanno operato dietro le quinte analizzando migliaia di documenti e sviluppando proposte che
avrebbero evitato il dissesto dell’ente e rilanciato il tessuto economico del territorio.
Una selezione di candidati per la commissione economia fatta di cittadini che vivono la realtà del tessuto economico locale: Gualtiero
Bellezza, imprenditore, artigiano e presidente nazionale Confartigianato della sua categoria; Paolo Cassetta operaio dell’AST ed ex
sindacalista; Claudio Pistelli impiegato dell’INAIL; Simona Silvi professionista, odontoiatra e infine Gianluca Fucina collaboratore del
gruppo regionale del M5S, che ha seguito durante questi anni tutte le criticità relative allo squilibrio territoriale nella nostra regione.
Sul fronte dell’ambiente e della sanità nell’apposita commissione: Mario Gallini, ostetrico e ginecologo, ex docente all’università di
medicina, impegnato nella cooperazione internazionale e volontario da 22 anni nell’est africa sub-sahariana attraverso la onlus “Assos”
di cui è fondatore. Uno che “a casa loro” li ha aiutati davvero. Claudio Fiorelli medico anestesista rianimatore e professore all’università
di Perugia. Specializzato in anestesia e in cardiologia ma soprattutto uno che la professione medica la conosce da entrambi i fronti,
essendo stato prima infermiere e poi medico.
Serenella Bartolomei vicepresidente regionale del comitato regionale dell’Umbria Rifiuti Zero, presidente dell’associazione Ecologic Point
e prima promotrice storica dell’economia circolare a Terni; Antonio Oliva agricoltore, esperto in agricoltura sinergica e biologica e
formatore di orti didattici; Alessandro Fama consulente aziendale, esperto di mobilità elettrica e mobilità alternativa.
La commissione comunità si occuperà dei servizi alla persona, del welfare dell’importanza della dimensione comunitaria dei quartieri, dei
beni comuni, della vivibilità della città e della sicurezza. Comunardo Tobia, non ha bisogno di presentazioni, ginecologo del consultorio di
Terni, dirigente medico della USL 2 Umbria e siamo davvero onorati di averlo nella nostra squadra;
Marco Cozza chirurgo veterinario, un uomo che ha fatto dell’amore per gli animali una vera e propria missione e che si occuperà del
benessere animale trasformando Terni in una vera città pet friendly; Davide Mancini autore nei primi anni 2000 sotto la Giunta Raffaelli
della carta della partecipazione, un grande progetto mai attuato e che noi riporteremo al centro della nostra programmazione; Monica
Francia infermiera della USL 2 Umbria, attiva presso il SERT e che tocca con mano quotidianamente il disagio e il mondo delle
dipendenze a Terni; Marco Vignaroli infermiere e impiegato dell’INPS; Valentina Rossi infermiera e combattiva mamma, attivista del
comitato servizi educativi e infine Luca Simonetti il nostro top player del welfare e del sociale, oltre che pilastro centrale del M5S Terni.
La commissione infrastrutture e territorio Patrizia Braghiroli, architetto e consigliere comunale perno centrale della prima commissione
nella scorsa consiliatura, un’amministratrice di indiscussa autorevolezza e competenza riconosciuta soprattutto dagli avversari una vera
e propria forza della natura; Fabio Moscioni geometra ed esperto in sicurezza, una vera e propria bibbia in materia di appalti nei lavori
pubblici; Filippo Marasco ingegnere impiegato presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Tasporti esperto nei rischi derivanti dal
dissesto idrogeologico; Stefano Ciuffetti vigile del fuoco ed ex sindacalista.
La commissione cultura si occuperà invece di marketing territoriale, eventi, beni culturali, sport e turismo: Oreste Crisostomi, regista e
professore di cinematografia; Francesca Gabassi consulente di web marketing e
comunicazione, attivista di amnesty international; Francesco Porchetti musicista e organizzatore di eventi; Francesca Monari
operatrice turistica; Mara Beleggia esperta di europrogettazione e imprenditrice in un settore fantastico: i biglietti augurali, primo
prodotto venduto nel mondo in occasione del Valentine’s Day; Michela Paterni casalinga e sportiva.
In ultimo la commissione di garanzia e controllo, con due consiglieri che hanno saputo realmente fare la differenza nella scorsa
consiliatura, coloro che hanno aperto tutti i cassetti lavorando sottotraccia. Valentina Pococacio e Federico Pasculli.
Molti, tutti anche i più improbabili, si autocertificano oggi come uomini del cambiamento, ma a Terni il MoVimento 5 Stelle, ha lottato ed
ha vinto la guerra contro un sistema che molti di voi avrebbero giurato essere indistruttibile.
La nostra diversità il nostro essere alternativi al sistema lo abbiamo dimostrato con i fatti, con le azioni e con i risultati. Non con i post
su facebook, i tweet e gli slogan. Gli altri non riescono ad essere uniti nemmeno durante la campagna elettorale, figuriamoci dopo il
voto, quando dell’opinione pubblica gli interesserà ben poco. Terni non può permettersi mesi persi in guerre fratricide per la spartizione
degli assessorati, di poltrone e poltroncine tra decine di liste che rivendicheranno ognuna il proprio spazio. Terni non può permettersi la
riedizione della seconda giunta Ciaurro, con molti degli stessi attori pronti a pugnalarsi alle spalle l’un l’altro.
L’11 giugno, il giorno dopo le elezioni, Terni avrà una squadra pronta a governare Terni, competente, compatta, monolitica. Pronta a
riscattare le energie della Terni migliore per risollvere questa città.

 

 

Seguici sui Social Network

Notizie dal M5S Umbria

21 Novembre 2018

informazioni

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi gli aggiornamenti direttamente nella tua casella email
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo

Popular

Menu Principale

Utilizziamo i cookie per fornire statistiche che ci aiutino a offrirti una migliore esperienza del nostro sito. Puoi scoprire di più o spegnerli se preferisci. Tuttavia, continuando a utilizzare il sito senza modificare le impostazioni, accetti il nostro utilizzo dei cookie.