Un'occasione persa

Dr.Leopoldo Di Girolamo, ex Sindaco di Terni,

in questi anni di dura opposizione ho avuto modo di dimostrarle la mia inflessibilità e durezza, senza esclusione di colpi, di fronte al sistema monolitico di cui lei è stato parte integrante. Parte ma non il tutto, come qualche suo compagno vorrebbe far credere in queste ore.
L'altro ieri ha avuto una grande occasione ma l’ha persa. Ha avuto l’occasione di dire abbiamo sbagliato ma non l’ha fatto. L’assunzione di responsabilità, questa sconosciuta. Ha preferito perdere anche l’onore delle armi. Ha preferito sputare veleno chiamando i cittadini facinorosi e dilungarsi in un elencazione imbarazzante di banalità avendo portato Terni ad essere la terza città sopra i 100.000 abitanti a dichiarare il dissesto negli ultimi 30 anni in Italia. Ci dice che il suo partito ha fatto anche cose buone e che quando c’era lei i treni partivano in orario.
Peccato che quelle stesse banalità non abbia avuto la stoffa e il coraggio di ripeterle in faccia, ieri mattina, a quei lavoratori che ha condannato a 150 euro al mese. Lavoratori dell’appalto delle pulizie del comune, coloro verso cui si era solennemente impegnato a fare del proprio meglio per restituire serenità e stabilità. Lavoratrici che in lacrime le hanno confessato come stiano per perdere la propria casa. Lei che al vitalizio da parlamentare non ha sicuramente rinunciato, ben lontano da questi problemi, ieri mattina ha preferito nascondersi. Ha preferito lasciarli in balia dei tecnicismi e abbandonarli al loro destino.
Questa è la vostra violenza, questo è il vostro fascismo. Un fascismo ovattato senza faccia. Il vostro braccio teso è quello che ha tagliato del 70% le risorse in bilancio per i servizi sociali annientando un welfare che era un modello nazionale.
Una macelleria invisibile, di sofferenza individuale vissuta privatamente, spesso con vergogna, dietro le finestre. Ma quando questa sofferenza individuale diventa domanda collettiva di ascolto, voi questi ternani che avete condannato alla sopravvivenza li chiamate “facinorosi”, li chiamate “arrabbiati”.
Questi ternani io li chiamo eroi. Sono gli eroi che hanno saputo sopravvivere al vostro ventennio. Che hanno contribuito al benessere e al progresso della comunità con il loro lavoro e nel frattempo hanno cresciuto dei figli a cui voi avete ipotecato il futuro.
Lei dr. Di Girolamo ha perso una grande occasione.
Il sistema Terni, quello descritto nell’Operazione Spada, è già al lavoro per restituire la città al suo passato, anche cambiando colore e forma, tutto piuttosto di non allontanarci da un passato che ci ha lasciato solo macerie.
Lasci stare le sirene dentro e fuori al suo partito e dia a Terni la possibilità di elaborare il dramma di questi anni e ripartire, semplicemente con coraggio e onestà dicendo: ABBIAMO SBAGLIATO.

 

Gruppo Consiliare M5S

Seguici sui Social Network

Notizie dal M5S Umbria

informazioni

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi gli aggiornamenti direttamente nella tua casella email
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo

Popular

Menu Principale

Utilizziamo i cookie per fornire statistiche che ci aiutino a offrirti una migliore esperienza del nostro sito. Puoi scoprire di più o spegnerli se preferisci. Tuttavia, continuando a utilizzare il sito senza modificare le impostazioni, accetti il nostro utilizzo dei cookie.