QUESTION TIME: DOPO DUE MESI ANCORA NESSUNA RISPOSTA, M5S "INSABBIAMENTO POLITICO DI ATTI SCOMODI"

consiglio comunale terniArticolo tratto da Umbria24.it

L’attacco è frontale. E violentissimo. Thomas De Luca, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle non usa mezzi termini: «Ci troviamo di fronte ad un chiaro caso di insabbiamento politico di atti scomodi».

Mancate risposte «Dopo due mesi dalla presentazione delle tre interrogazioni riguardanti il conflitto di interessi fra Arpa e Tecnofin che pone seri dubbi sul rilascio delle autorizzazioni e il controllo dell’inceneritore Printer, il dissesto idrogeologico e il pericolo di esondazioni nella zona di Maratta e le ingenti risorse pubbliche del contratto d’area destinate all’inceneritore invece che alle imprese del territorio – accusa De Luca – slitteranno a gennaio 2015».

Le accuse Secondo il consigliere del M5S, «all’assessore Giacchetti non sono bastati quasi due mesi per rendersi conto di non essere competente in materia. Ci domandiamo come mai il presidente Mascio non abbia ritenuto di far valere proprio in questo caso il proprio ruolo sulla giunta, chiedendo che le interrogazioni venissero comunque discusse nella seduta odierna».

Il sospetto Ma De Luca va oltre: «Il sospetto più che concreto nasce dalla tempistica del rilascio delle autorizzazioni, che potrebbe essere accorciato drasticamente dal decreto Sblocca Italia. Un modo di scampare al pericolo di rispondere ad interrogazioni che potrebbero mettere in crisi l’iter autorizzativi. Un comportamento – conclude De Luca – pienamente in linea con la risposta evasiva dell’assessore, riguardo l’altra interrogazione inerente la riapertura dell’inceneritore, che lo ha visto deresponsabilizzarsi da ogni presa di posizione contraria alla riattivazione».

Ultime da Beppegrillo.it

Ultime da Beppegrillo.it

Comunicati Comune di Terni

Comune di Terni

Ultime dal Parlamento

Ultime dal Parlamento

Menu Principale