CAPODANNO 2018, TERNANI AI DOMICILIARI.

A capodanno i ternani sono stati messi ai domiciliari dal Partito Democratico. In questo assurdo limbo in cui sta vivendo la città, per una beffarda legge del contrappasso per ogni colpo che la giunta di centrosinistra subisce ne consegue una punizione sui cittadini inermi.

Nessun evento per ravvivare l'arrivo del capodanno in centro, nessun sostegno alle iniziative dei commercianti e degli artigiani, nessun concerto di fine anno. Nessuno spettacolo, nessuna idea utile a superare le difficoltà economiche delle casse del Comune di Terni e mettere in rete le tante potenzialità che il territorio avrebbe potuto esprimere con costi contenuti.
Per molte persone il Capodanno in piazza è l'unico modo per vivere l'inizio dell'anno in compagnia e in modo dignitoso di fronte alle ristrettezze economiche e alla solitudine.
Il Comune ha l’obbligo di mettersi al servizio di chi paga le tasse, soprattutto ora che queste tasse diventeranno sempre più salate per famiglie ed imprese, per coprire i debiti fatti dalle giunte di centrosinistra e centrodestra.
Forse i nostri governanti locali non immaginano che si può amministrare anche per semplice amore della città, rispettando le regole e facendo le cose per l’interesse generale, senza per forza dover legare le iniziative ai soliti nomi. O loro o il deserto?

Il vuoto di ieri ha reso sicuramente consapevoli ancor di più i ternani, di come è stata ridotta la città. La maggioranza rimane barricata dentro al palazzo mentre la città è costretta a resistere. 
Per il brindisi a questo punto non resta che attendere il gran botto della giunta Di Girolamo.

Tags: ,

Seguici sui Social Network

Notizie dal M5S Umbria

informazioni

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi gli aggiornamenti direttamente nella tua casella email
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo

Popular

Menu Principale

Utilizziamo i cookie per fornire statistiche che ci aiutino a offrirti una migliore esperienza del nostro sito. Puoi scoprire di più o spegnerli se preferisci. Tuttavia, continuando a utilizzare il sito senza modificare le impostazioni, accetti il nostro utilizzo dei cookie.