SERATA STORICA IN PIAZZA SOLFERINO CON ANGELICA TRENTA, ALESSANDRO DI BATTISTA E I PARLAMENTARI DEL MOVIMENTO CINQUE STELLE MERCOLEDI LA PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA E DELLA LISTA

dibaOltre mille persone in piazza sotto il diluvio, altre mille connesse via streaming. Sul palco nessuna rockstar, nessun cabarettista, nessun politico. Solo semplici cittadini che vogliono cambiare le cose.

Una serata memorabile, quella organizzata dal Movimento Cinque Stelle Terni venerdì sera in piazza Solferino, che ha visto i cittadini ternani incontrare e confrontarsi con la candidata a sindaco Angelica Trenta e i parlamentari del Movimento Cinque Stelle Alessandro Di Battista, Stefano Lucidi, Roberta Lombardi, Carla Ruocco, Paola Taverna oltre che molti candidati alle elezioni europee.

Una serata che ha dimostrato quanto i ternani siano ancora in grado di lasciarsi entusiasmare dalla politica: la politica con la P maiuscola, perché “la vera antipolitica – ha detto Trenta – è la loro, quella dei partiti autoreferenziali, che hanno perso ogni contatto con i cittadini, e che hanno mandato avanti questa città con le clientele affossando la meritocrazia”.

“Ci dicono che siamo fascisti, comunisti, eversivi, potenziali stupratori. Hanno paura di noi perché non siamo ricattabili, perché non abbiamo accettato favori da nessuno”.

“Siamo semplici cittadini – ha detto ancora Angelica – che vogliono portare la vostra voce nelle istituzioni, perché è una voce rimasta fino ad oggi inascoltata. Non c'è nessuno tra di voi che quando ha avuto un'idea e un progetto non si sia visto le ali tarpate da queste amministrazioni. Sono sempre i soliti che hanno all'interno delle liste indagati, rinviati a giudizio e condannati”.

“Non vogliamo il vostro voto in bianco. Vogliamo la vostra partecipazione: dovete romperci le scatole, quando saremo a Palazzo Spada, dovete venire tutti i giorni a portarci le vostre critiche e le vostre proposte”.

Angelica ha parlato anche della sua vita: “Sono un'insegnante di filosofia e storia. precaria da cinque anni. Mi sono laureata con 110 e lode, ho l'abilitazione all'insegnamento di storia e filosofia, un dottorato di ricerca e un libro pubblicato ma come sapete queste cose in Italia non contano niente, perché poi il primo raccomandato ti passa davanti perché magari ha fatto una telefonata la presidente della Regione. Ma queste cose con noi finiranno. Se siamo entrati nel Movimento Cinque Stelle lo abbiamo fatto perché volevamo stare con gente pulita come noi”.

 

Una lunga serata dove – significativamente – non è mai stato pronunciato il nome di Beppe Grillo, mentre si sono affrontati molti argomenti legati sia alla politica ternana sia alla realtà locale, a riprova che il ruolo rivestito dall'artista genovese è quello di garante e portavoce del Movimento Cinque Stelle, e non di “guru”.

 

“Grillo non sa nemmeno come mi chiamo – ha detto Angelica – la mia candidatura è stata scelta dai cittadini ternani attraverso le uniche primarie per il sindaco mai organizzate a Terni”.

 

Una serata passata in gran parte sotto la pioggia battete che – pure – non ha scoraggiato nessuno dei presenti che sono rimasti fino alla fine, e che ha dato la possibilità anche a tutti quelli che volevnao di dire la propria e rivolgere le proprie domande anche salendo sul palco.

 

Particolarmente significativo, poi, il gesto di Alessandro Di Battista, che ha estratto il suo tesserino da parlamentare e lo ha fatto girare tra la folla. Un gesto dalla fortissima valenza simbolica: un oggetto strettamente personale, che segna la propria appartenenza alla “Casta”, che viene consegnato ai cittadini, anzi - come lui stesso li ha definiti - ai propri datori di lavoro.

 

Ma anche un gesto di fiducia, visto che chiunque avrebbe potuto farlo sparire o intascarselo per ricordo. Un segno di come la rivoluzione nonviolenta che sta attuando il Movimento Cinque Stelle si nutre anche di fiducia nei confronti dei cittadini, così come nelle forze dell'ordine, ringraziate ripetutamente nel corso della serata per il servizio svolto.

 

Angelica ha anche rivolto un appello ai candidati al Parlamento Europeo, sottolineando l'importanza del tessuto industriale ternano, dove insistono molte multinazionali che rispondono a logiche di mercato globali. “Troppo spesso abbiamo sentito dire alle istituzioni locali: “non possiamo fare nulla di fronte a questa crisi, attendiamo risposte da Bruxelles”, con voi questo non deve accadere più!”

 

“Lo stesso - ha aggiunto - faremo nella nostra regione, batteremo i pugni su ogni tavolo perché Terni non venga più trattata come una colonia dell'impero centrale: la prima cosa che farò una volta eletta sarà andare a Perugia da Catiuscia Marini per spiegarle che a Terni, alle sue aziende ed al suo territorio, non servono contentini e spiccioli ma soldi, soldi per le infrastrutture, soldi per l'ambiente”.

 

Il programma del Movimento Cinque Stelle Terni, i candidati in consiglio comunale e le modalità per l'assegnazione degli assessorati attraverso l'invio di curriculum verranno illustrati da Angelica Trenta mercoledì 7 maggio alle 11.30 nella sede del Movimento Cinque Stelle Terni in via del Tribunale.

 

Seguici sui Social Network

Notizie dal M5S Umbria

08 Luglio 2020

informazioni

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi gli aggiornamenti direttamente nella tua casella email
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo

Popular

Menu Principale

Utilizziamo i cookie per fornire statistiche che ci aiutino a offrirti una migliore esperienza del nostro sito. Puoi scoprire di più o spegnerli se preferisci. Tuttavia, continuando a utilizzare il sito senza modificare le impostazioni, accetti il nostro utilizzo dei cookie.