CASA DELLE MUSICHE: IL BANDO NON ESISTE.

casamusicheComprendiamo come chi ad oggi, evidentemente abituato, volente o nolente, al sistema spartitorio e clientelare tipico del nostro territorio difficilmente possa comprendere come siano entrati in consiglio comunale persone che semplicemente fanno il loro dovere, persone completamente avulse da certe logiche.

Il dovere di un consigliere, scritto anche nel Tuel (testo unico degli enti locali) è quello,fra gli altri,di vigilanza e di controllo sull'operato dell'amministrazione comunale e dei relativi atti.

Anche se questo può dar fastidio a chi quel torpore e assenza di chiarezza su bandi e documenti poteva anche tornare utile.

Non spetta ai consiglieri inserire "contenuti", al limite possono dare indirizzi su eventuali bandi ma spesso vengono purtroppo esautorati da tale prerogativa, e il motivo è facilmente immaginabile in un sistema come il nostro dove a vincere non sempre è il merito.

Che poi la questione della musica a Terni sia diventata una vicenda esclusivamente burocratica, una Terni dove le idee languono e i lavori per la costruzione di spazi pubblici finiscono spesso sotto il mirino della Corte dei Conti - come nel caso della Casa delle Musiche - la responsabilità non può certo essere scaricata al M5S, entrato da pochi mesi per la prima volta in Comune.
I perché di questa stagnante situazione dovrebbero essere posti a chi da decenni governa, e a farlo dovrebbero essere proprio quelle stesse associazioni che però, sotto campagna elettorale, facevano a gara per presenziare alle propagandistiche quanto farlocche inauguarazioni di partito...inagurazioni grottesche come quella della Casa delle Musiche: aperta in pompa magna un solo giorno al pubblico ancora incompleta e priva di vie di fuga, con muffa nei piani inferiori e buchi nei muri coperti solertemente da provvisori quadri.

Se un consigliere s'imbatte in un procedimento che appare poco trasparente e soprattutto, se tale procedimento ha implicato un utilizzo ingente di soldi pubblici - è il caso della Casa delle musiche - quel consigliere ha l'OBBLIGO di vigilare, controllare e studiare le "carte bollate", proprio quelle carte che sembrano mancare nell'assegnazione della gestione di suddetta Casa. È IL SUO DOVERE fare questo, non un optional. Noi non siamo soliti chiudere un occhio...chi come noi promesse elettorali NON ne ha mai fatte, ha le mani libere e la coscienza pulita per muoversi in base a quello che rientra nel suo lavoro di rappresentante istituzionale e di garante, senza gurdare in faccia a nessuno se non alla giustizia procedurale.

Non esistono ad oggi per la Casa delle Musiche contratti di gestione con alcun soggetto, vincoli e oneri delle parti, ma soprattutto manca la GRADUTORIA PUBBLICA dei vincitori del bando, che non esiste, proprio perché una gara concorrenziale non vi è mai stata, bensì solo un bando esplorativo, che è ben altra cosa.
Questi i fatti incontrovertibili che un consigliere degno di questo nome non può certo sorvolare.
Se di consiglieri del genere ce ne fossero stati di più prima - al posto di quelli interessati solo a foraggiare i propri circoli e associazioni di riferimento in cerca di consenso - chissà se avremmo potuto evitare un pò di lavoro alla Corte dei Conti che a Terni sembra avere di norma parecchio da fare.

Che qualcuno poi si senta padrone di una COSA PUBBLICA quando non è stato proclamato pubblicamente e in modo trasparente vincitore della gestione della stessa, la dice lunga.
La tavola progettuale si deve fare, eccome, ma nessuna associazione deve avere il ruolo di "pilota", di padre padrone, di soggetto "superiore" ad un altro.

I contenuti non spetta certo a noi metterceli ma ai musicisti, agli artisti - magari anche quelli non politicizzati - alle associazioni o cooperative o singoli o società che vinceranno la pubblica gara per l'affidamento della gestione.

E che vinca il migliore, non gli amici di e le spartizioni decise preventivamente a tavolino.

Seguici sui Social Network

Notizie dal M5S Umbria

informazioni

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi gli aggiornamenti direttamente nella tua casella email
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo

Popular

Menu Principale

Utilizziamo i cookie per fornire statistiche che ci aiutino a offrirti una migliore esperienza del nostro sito. Puoi scoprire di più o spegnerli se preferisci. Tuttavia, continuando a utilizzare il sito senza modificare le impostazioni, accetti il nostro utilizzo dei cookie.