Risposta alle dichiarazioni di Paolo Crescimbeni: "Non le diciamo Noi di farsi da parte, sarà la Storia a farlo"

angelica"Secondo Paolo Crescimbeni, il candidato a sindaco di Terni di Forza Italia, il programma del M5S Terni “sembrerebbe, per una parte non secondaria, ispirato al suo”, mentre sul resto del programma esprime il suo dissenso.

Bene, allora noi chiediamo a Crescimbeni: visto che parla di rifiuti, dove era lei, quando già nel 2006 i ragazzi del Meet Up Grilli Ternani si battevano per la chiusura dell’inceneritore e parlavano di ciclo dei rifiuti proponendo tutte le alternative possibili?

Visto che parla di ambiente, dove era lei, quando il consigliere Nevi, ternano militante in Forza Italia, non più tardi di due mesi fa, votava in regione insieme al PD per la produzione di CSS, come chiusura finale del ciclo dei rifiuti?

Dove era lei signor Crescimbeni, che parla di rivoluzione culturale, quando noi parlavamo di liste pulite e candidati incensurati e raccoglievamo le firme per una legge di iniziativa popolare?

Dove era lei, signor Crescimbeni, che parla di infrastrutture tecnologiche, quando già dal 2005 tutti ci criticavano per il semplice fatto che noi dei meet up credevamo nella potenza della rete, ci battevamo per la connetività libera e gratuita e la proponevamo come volano di un nuovo sviluppo?

Come mai signor Crescimbeni, lei che parla di legalità, moralità, e tolleranza zero ha scelto di farsi sostenere da un partito guidato da un condannato in via definitiva, e come co-fondatore annovera una persona condannata per concorso esterno in associazione mafiosa?

Il nostro programma di oltre 300 pagine è il risultato del nostro attivismo che prosegue da oramai 8 anni a questa parte. L’elaborazione di tutti i punti è il frutto di oltre 60 incontri aperti avvenuti da gennaio con centinaia di cittadini con specifiche competenze, e non un’accozzaglia di proposte messe su in fretta e in furia. C’è chi come noi è in campo per difendere la città e da anni lavora in tal senso a fronte di chi invece è stato scelto come candidato sindaco - per perdere - da una segreteria di partito neppure due mesi fa.

Le lotte che ci contraddistinguono sono note a tutti, per cui poteva non esserci nulla di nuovo. Ma questa volta siamo andati oltre, ci abbiamo messo la faccia, siamo gli unici che hanno parlato in cifre: di bilancio, soluzioni concrete, dossier ambientali, di partecipazione e sviluppo territoriale.

Abbiamo assunto su di noi la responsabilità di quello che promettiamo, come dimostrano i 42 milioni di euro restituiti allo Stato, come per il fatto di non fare inciuci e spartizioni tanto care alla vecchia politica, e continueremo a portare avanti la nostra visione della città con onestà e spirito di sacrificio.

D’altronde è evidente che se il M5S arriverà al ballottaggio avrà grandi possibilità di vincere contro il PD; al contrario, se ci dovessere arrivare lei - cosa impossibile a fronte anche di sondaggi che stanno girando, primo fra tutti, il riscontro positivo che vediamo nella gente - sarà invece una vittoria garantita per Di Girolamo e il mal-sistema che a nostro parere egli rappresenta. Non le diciamo Noi di farsi da parte, sarà la Storia a farlo".

 

Seguici sui Social Network

Notizie dal M5S Umbria

19 Dicembre 2018

informazioni

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi gli aggiornamenti direttamente nella tua casella email
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo

Popular

Menu Principale

Utilizziamo i cookie per fornire statistiche che ci aiutino a offrirti una migliore esperienza del nostro sito. Puoi scoprire di più o spegnerli se preferisci. Tuttavia, continuando a utilizzare il sito senza modificare le impostazioni, accetti il nostro utilizzo dei cookie.