Interroghiamo la Regione su Umbria mobilità

Ridiamo dignità e valore ad un servizio che deve rimanere pubblico.

Logo Umbria MobilitàIl M5S non si ferma e dopo la proposta shock su Umbria Mobilità esplicitata durante  una assemblea a Terni  che ha visto partecipare cittadini e lavoratori (http://www.umbria24.it/terni-movimento-5-stelle-proposta-shock-su-umbria-mobilita-il-40-ai-lavoratori/179751.html) il 31 Maggio u. s. , questa mattina , ha inviato al Presidente della Regione Umbria, una interrogazione che porta la firma dei deputati  T. Ciprini, F. Gallinella e  del senatore  S. Lucidi, che già aveva presentato una interrogazione parlamentare sul caso e che ancora attende risposta. Le domande poste  sono anticipate dalla premessa che punta a riaffermare, come a Terni, che il servizio dei trasporti è un bene comune e pubblico e che pertanto  deve  garantire : libertà di circolazione a tutti i cittadini,  i servizi minimi  che devono essere qualitativamente e quantitativamente sufficienti a soddisfare la domanda di mobilità degli utenti tenendo conto dell'integrazione tra le reti di trasporto, delle esigenze di riduzione della congestione e dell'inquinamento e  dell’obiettivo di attrarre nuove quote di utenza (Prt C4.2) .  A queste premesse seguono le considerazioni circa l'azienda unica regionale  "Umbria Tpl e Mobilità S.p.A." che versa in condizioni economiche tali da non poter più garantire  i servizi minimi,  livelli di efficienza ed economicità , libertà di circolazione. Con l'aumento del costo del biglietto ed il taglio delle corse non può più perseguire l'obiettivo di  attrarre nuove quote di utenza, come previsto dal Prt,  e i  tagli dei chilometri su gomma non sono stati razionalizzati nel rispetto dell'obiettivo di non  sovrapporre  linee o tracce  (ex Atc e ex Fcu si sovrappongono, fra ex Apm ed ex Fcu nella tratta Umbertide Città di Castello). Sussistono   incertezze sulla regolarità del pagamento delle prossime retribuzioni quali quella del corrente mese di giugno della 14ma mensilità 2013 oltre alla mancata erogazione dell'Una Tantum derivante dall'Accordo Nazionale del 26 aprile 2013, relativa ad una vacanza contrattuale di oltre 3 anni. Purtroppo  nonostante la condizione attuale e le ristrettezze a cui sono obbligati i lavoratori i signori

Paolo Paduano e Franco Viola  percepiscono  regolare stipendio che si aggira intorno ai 360.000 €/anno per il primo e  200.000 €/anno per il secondo senza alcuna remora. Per non parlare dei molti casi in cui i  soggetti interessati si pongono in conflitto di interesse e la gestione amministrativa/ finanziaria avviene senza il buon senso del padre di famiglia lasciando aperte supposizioni di sospetto di malafede e mala gestione , non a caso la Procura indaga. Concludendo, ad una giunta regionale che non ha sufficientemente vigilato  ed esercitato l'azione di controllo dovuta dalla Pa  verso coloro che svolgono funzioni pubbliche secondo il principio di sussidiarietà, il M5S ha chiesto: chiarimenti in merito al rapido degrado della situazione patrimoniale e contabile di Umbria Mobilità  in così breve tempo dalla sua costituzione , i dati di bilancio 2012 e l'aggiornamento alla data attuale, l'esplicitazione del piano di garanzia dei servizi minimi, blocco dello stipendio/indennità/Tfr  dei  componenti il consiglio di amministrazione di Umbria Mobilità e dei componenti il collegio sindacale.

La promessa è quella di non fermarsi, di continuare a fare azioni di sensibilizzazione verso i cittadini con strumenti di partecipazione collettiva e divulgativa. La proposta invece continua, si parte dal progetto aperto di rilancio dell'azienda, verso l'obiettivo che è, per il Movimento,  quello di ridare dignità e valore ad un servizio che deve rimanere pubblico.

 

Seguici sui Social Network

Notizie dal M5S Umbria

19 Dicembre 2018

informazioni

Ricevi i nostri aggiornamenti

Iscriviti alla nostra newsletter e ricevi gli aggiornamenti direttamente nella tua casella email
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo

Popular

Menu Principale

Utilizziamo i cookie per fornire statistiche che ci aiutino a offrirti una migliore esperienza del nostro sito. Puoi scoprire di più o spegnerli se preferisci. Tuttavia, continuando a utilizzare il sito senza modificare le impostazioni, accetti il nostro utilizzo dei cookie.