Accesso ai fondi dell'8 per mille all'edilizia scolastica da destinare al miglioramento e ristrutturazione degli edifici scolastici ✰✰✰✰✰ APPROVATO ✰✰✰✰✰

Atto presentato il 01/12/2014

Oggetto: Accesso all'8xmille per l'edilizia scolastica

Premesso che

ogni anno in occasione della dichiarazione dei redditi il contribuente italiano può effettuare una scelta in merito alla destinazione dell'8 per mille del gettito IRPEF;

l'articolo 47 secondo comma della legge 222/1985 dispone:" ... una quota pari all'otto per mille dell'imposta sui reddito delle persone fisiche, liquidata' dagli uffici sulla base delle dichiarazioni annuali , e destinata, in parte, a scopi di interesse sociale e di carattere umanitario a diretta gestione statale ... "; un emendamento del MoVimento 5 stelle alla legge di stabilità 2014 ha modificato la legge 222/1985 in modo tale che lo Stato possa destinare il proprio 8 per mille – oltre che ad “interventi straordinari per la fame nel mondo, calamità naturali, assistenza ai rifugiati, conservazione di beni culturali” - anche per “ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento antisismico, ed efficIentamento energetico degli immobili di proprietà pubblica adibiti all'istruzione scolastica”

per poter accedere a detto contributo occorre presentare una formale istanza alla Presidenza del Consiglio dei Ministri entro il 15 dicembre 2014 che sia conforme ai parametri specifici stabiliti con decreto del Segretario generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 14 gennaio 2014;

Considerato che

Lo stato e la qualità degli edifici scolastici di un territorio rappresentano un indicatore di quanto una comunità investa nella sicurezza e nella formazione;

le condizioni ambientali nelle quali il settore educativo opera influiscono profondamente sulle relazioni sociali, sull'istruzione e sulla formazione di un tessuto umano e di collettività;

che gli edifici scolastici necessitano di manutenzione ma c'è scarsità di fondi per procedere agli interventi che sarebbero necessari;

appare utile utilizzare anche questa nuova forma di finanziamento che consentirebbe di reperire risorse;

le amministrazioni comunali hanno tempo fino al 15 dicembre per presentare formale richiesta al fine di accedere ai fondi destinati dall'8 per mille all'edilizia scolastica;

SI RICHIEDE che Il Consiglio Comunale impegni il Sindaco e la Giunta Comunale ad attivare tutte le procedure amministrative necessarie ai seguenti effetti:

Di procede, qualora ciò non fosse ancora stato fatto, all'attento esame e monitoraggio della normativa in materia, facendo riferimento alla modifica del regolamento contenuto nel D.P.R.lO marzo 1998, n.76 in relazione all'introduzione della categoria "edilizia scolastica'' avvenuta can la legge di stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2Q13, n.147, articolo 1, comma 206) al fine di conformare la propria attività al rispetto delle indicazioni ivi fornite;

di effettuare, qualora non fosse stato ancora fatto, una ricognizione del patrimonio immobiliare presente nel territorio di Terni e se sia quindi disponibile un elenco degli immobili ad uso scolastico che possano usufruire di tale contributo;

di predisporre tutti gli adempimenti necessari richiesti per accedere al finanziamento di progetti e/o interventi sui fabbricati scolastici attraverso la destinazione delle risorse provenienti dall'utilizzo della quota dell'otto per mille IRPEF.

di presentare formale richiesta, entro e non oltre il 15 dicembre 2014, per l'accesso ai fondi dell'8 per mille all'edilizia scolastica da destinare al miglioramento e ristrutturazione degliedifici scolastici posti sul nostro territorio comunale.

Ultime da Beppegrillo.it

Ultime da Beppegrillo.it

Comunicati Comune di Terni

Comune di Terni

Ultime dal Parlamento

Ultime dal Parlamento

Menu Principale