Scacco alla nostra salute! La sciagurata mossa di tornare a bruciare i rifiuti.

Il Movimento Terni 5 Stelle rileva come nel corso della conferenza del 19 febbraio non sia emersa alcuna indicazione da parte degli esponenti di IDV, SEL e Rifondazione sul come questi partiti intendano far rispettare il programma elettorale in materia di gestione dei rifiuti, considerando anche l’orientamento della maggioranza che governa la città che procede spedita verso la riapertura dell’inceneritore di Maratta, spalleggiata in questa scelta dall’appoggio di Terni Oltre di Leo Venturi e dall’opposizione, come dimostrato anche dalla dichiarazione del Presidente del gruppo consiliare del PDL, Federico Brizi, che in un comunicato stampa dell’otto febbraio scorso, sollecitava il Sindaco a scrollarsi di dosso i veti e “le minacce della sinistra radicale contraria ai termovalorizzatori” (inceneritori!) per accelerare l’attuazione del Piano Rifiuti Regionale. Terni 5 Stelle sollecita anche il Sindaco Di Girolamo a porre in atto quel “confronto nel consesso civico cittadino” sulla riapertura dell’inceneritore, da lui stesso promesso durante l’incontro con Rifondazione Comunista il 19 luglio scorso (www.umbrialeft.it), confronto quanto mai importante considerando l’impatto sulla salute dei ternani che la decisione implica.

Terni 5 Stelle, nell’attesa delle prossime mosse che SEL, IDV e Rifondazione attueranno per mantenere gli impegni presi nei confronti dei cittadini, continuerà la campagna di informazione e sensibilizzazione nei confronti dei ternani su temi quali l’inquinamento atmosferico, il traffico e la gestione dei rifiuti, nella convinzione che una maggiore conoscenza e consapevolezza dei problemi e una condivisione nelle scelte da porre in atto per risolverli, siano elementi fondamentali della vita democratica di ogni comunità.

Ufficio stampa Terni 5 stelle.

Ultime da Beppegrillo.it

Ultime da Beppegrillo.it

Comunicati Comune di Terni

Comune di Terni

Ultime dal Parlamento

Ultime dal Parlamento

Menu Principale